“L’Opinione: Leoni da tastiera crescono”

Oramai leggo di tutto e con l’avvento della cosiddetta “libertà” di “espressione” incrocio online moltissimi “esperti” sempre pronti a giudicare l’altrui operato per posizionarsi sui social in maniera “vantaggiosa” e sempre a discapito di qualcuno.

Insomma..sembra che la comunicazione ed il marketing abbiano imboccato uno scivolo basato sul “paragone” e non più sulla creatività.

C’è chi ti critica utilizzando un tuo screenshot “catturato” sul tuo profilo Instagram, e c’è chi ti critica apertamente sulle tue pubblicazioni, molto probabilmente nella speranza di “entrare” su un tuo “flusso” per tentare di vendere un libro che, guarda caso, si occupa e preoccupa di non farti fare gli “errori”, in questo caso proprio come “qualcuno” dice, i miei.

Ma arriviamo al punto..Come voi tutti potete constatare ogni giorno, le mie pubblicazioni, e soprattutto quelle legate ai video hanno la “particolarità” di fare di ogni parola un’etichetta..cioè sono precedute dal segno #.

Ed io amo questa “contraddizione”, perché, a torto od a ragione, contraddistingue il mio modo di essere..cioè aperto ad ogni termine, pensiero, dialogo, direzione..di Uomo Libero, questione emotiva per me basilare, in quanto, quando non mi “divertirò” più, liberamente spingerò un bottone e chiuderò tutto.

In oltre 30 anni di coinvolgimento con Radio – Tv – Magazine – Quotidiani e molto altro, ho avuto la fortuna di conoscere realmente il “mondo” della comunicazione, dove anche dal più “piccolo” e “limitato” ho avuto “spunti” utilissimi e creato insieme “confronto” utile e “reciproco”.

Quello che “realmente” mi fa “riflettere” è che purtroppo “qualcuno” oggi si eleva, con i social, su tutti, e cerca di “comprimere” gli altri e la loro “libera” “iniziativa” e “riconducibilità”, in maniera scorretta prelevando screenshot di terze persone..in questo caso legato chiaramente a mie pubblicazioni, riconoscibili per la sua costruzione “unica” fino dalle prime “parole”..e la cosa ancor più grave è che i commenti di altri “saccenti” utenti si “srotolano” in “offese” gratuite che la metà basterebbero.

Adesso..A parte il fatto che il mio modo di “fare” può piacere o meno, ed è legittimo..consiglio realmente a tutti di “pensare” prima di “digitare” utilizzando il “pensiero” od il “modo” di “produrre” informazione, in quanto in una riga se non si sta attenti si possono commettere “involontariamente” più reati delle stesse “parole” scritte.

Ad ogni modo facciamo così:

-Siccome sono un buono, caro “amico” che stai leggendo, ti perdono.

Però per cortesia, siccome di “prodotti” in giro ed “online” ce ne sono molti..se il mio magazine non ti piace “leggi” o “guarda” altre cose, in quanto TUTTI gli “ospiti” che “partecipano” alla mia testata, sono “importantissimi” ed accettano il mio modo di fare..proprio come io accetto il loro.

#Crescere (ed ecco che utilizzo adesso solo questa etichetta) e far #crescere, è lo scopo “libero” di ValdinievoleNews.com ed ognuno è “accettato” proprio per la sua “particolarità”, “unicità”, “creatività”.

Detto ciò..Buon proseguimento con le prossime pubblicazioni..e grazie per l’attenzione!!!

Saluti.

Furio Morucci

IMG_1228

Questa voce è stata pubblicata in Prima pagina, Ultima di copertina e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 Response to “L’Opinione: Leoni da tastiera crescono”

  1. Cigarafterten scrive:

    A me da anni colpisce l’atteggiamento dei parlamentari del PD su twitter. Gente che sbeffeggia gli avversari, festeggia gli avversari a colpi di “ciaone”, commenta le sconfitte a suon di “ignoranti”. Io che frequento twitter tutti i giorni provo pena per gli esponenti del PD e per i loro (pochi) elettori.

Rispondi