“A Pistoia parte l’operazione Librobus”

Ci sono molte biblioteche in Italia ad avere un “Librobus” che raggiunge i cittadini nelle aree più lontane o meno servite dai mezzi pubblici, per offrire loro almeno una selezione di libri tra cui scegliere le proprie letture.

Da giovedì 7 settembre, ogni settimana otto persone anziane, senza patente o comunque impossibilitate a raggiungere da sole la biblioteca San Giorgio, potranno usufruire di un servizio di trasporto completamente gratuito, che le andrà a prendere per accompagnarle in biblioteca e poi riportarle a casa al termine della visita.

Il servizio, realizzato con la collaborazione della Società Cooperativa Gli Altri onlus di Pistoia, funzionerà in modo molto semplice: gli interessati potranno telefonare al numero 0573 371600 durante l’orario di apertura della biblioteca (lunedì 14-19, da martedì a sabato 9-19) e lasciare il proprio nominativo, indirizzo e numero di telefono.

La visita alla biblioteca sarà immediatamente confermata alle prime otto persone che avranno richiesto di usare il Librobus per il primo giovedì utile. Nel caso in cui tutti i posti sul pulmino siano già stati prenotati da altri lettori, sarà possibile prenotare la visita per il giovedì successivo. I cittadini prenotati si dovranno far trovare sotto casa a partire dalle 15.30 del giovedì scelto (gli orari precisi di passaggio del pulmino saranno comunicati volta per volta agli interessati), per poi raggiungere la sede della San Giorgio alle 16.30, dove ad accoglierli troveranno i volontari dell’Associazione “Amici della San Giorgio”, che li accompagneranno in visita alla struttura e li aiuteranno a prendere libri, film e riviste in prestito. Al termine della visita, che durerà un’ora, i lettori faranno ritorno a casa con il pulmino che sarà di nuovo ad attenderli davanti all’ingresso della biblioteca.

Il progetto del Librobus, che era presente nel dossier della candidatura di Pistoia a città capitale della cultura per il 2017, è finanziato con le risorse provenienti dal Ministero per i Beni Culturali. Dopo questa prima fase sperimentale, che si concluderà con la fine dell’anno, alla luce del gradimento che i cittadini manifesteranno, sarà possibile valutare se continuare questo servizio anche in futuro, fino a farlo diventare un modo stabile per facilitare l’accesso alla biblioteca alle persone che hanno maggiori difficoltà a muoversi in autonomia.

L’approfondimento alla pagina dedicata.

biblio

Fonte notizia sito Comune di Pistoia

Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi