“Arrivato a Collodi Il Pinocchio di Giampaolo Talani”

Le tavole dell’artista toscano, Giampaolo Talani, nate per illustrare un’edizione di pregio e  pubblicata a fine 2016 da De Paoli Edizioni d’Arte, sono esposte nel Museo del Parco di Pinocchio e vi rimarranno fino a domenica 27 agosto, accogliendo così i numerosi visitatori italiani ed esteri delle settimane estive più centrali per l’affluenza al Parco.

Moltissimi artisti si sono cimentati nel corso degli anni con il capolavoro collodiano, raccontando attraverso la loro cifra le avventure del burattino noto nel mondo. Talani non da meno, col suo segno inconfondibile, affonda tra le righe il pennello e fa sua la storia del pezzo di legno che voleva diventare bambino.

Nascono così 31 tavole che ci accompagnano con sottile divertimento e tratto leggero nel viaggio avventuroso e talvolta drammatico del protagonista, metafora di iniziazione alla vita e di crescita. Talani rilegge la storia universale di Pinocchio secondo la sua visione poetica, restituendo a bambini e adulti un personaggio particolarmente umano e concreto, immerso in un’atmosfera sfumata, come tra sogno e realtà. Talani è uno straordinario narratore in pittura, e con le sue imamgini riesce ad accompagnare il lettore di ogni età attraverso la forza emotiva del testo.

La mostra, il cui allestimento è stato curato dall’artista stesso, è composta da una selezione eterogenea di opere e accompagnata da un catalogo edito da De Paoli Edizioni d’Arte, a cura di Sara Garvani. Il volume contiene le tavole di Giampaolo Talani e il testo integrale di Carlo Collodi Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino secondo l’ edizione critica curata per la Fondazione Collodi da Ornella Castellani Pollidori, con il patrocinio dell’Accademia della Crusca . L’editore e l’artista hanno anche realizzato in tiratura limitata una cartella con il testo integrale in fogli sciolti e le illustrazioni sotto forma di incisioni su carte singole.

Giampaolo Talani è nato a San Vincenzo (LI) nel 1955. Dopo il Liceo Artistico a Lucca e a Firenze, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Firenze dove ha avuto come maestro Goffredo Trovarelli. Le Avventure di Pinocchio sono tappa di un lungo e ricco percorso artistico che ha visto numerose opere di pittura e di scultura (bronzo) realizzate sia per il mercato o committenti privati, sia per spazi pubblici, come la stazione ferroviaria di Washingtonplatz a Berlino o di S. Maria Novella a Firenze.

Per informazioni: Fondazione Carlo Collodi  0572 429613 fondazione@pinocchio.it  www.pinocchio.it

pinocchio

Fonte notizia sito Comune di Pescia

Questa voce è stata pubblicata in Pescia, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi