“Pistoia: Una mostra dello scultore pistoiese Mauro Vaccai in San Michele in Cioncio”

Nell’anno di Pistoia Capitale della Cultura 2017, l’artista pistoiese Mauro Vaccai torna dopo cinque anni nella sua città natale con la mostra “La metamorfosi dello spirito”.

La mostra, che comprende una selezione di sculture e disegni, sarà inaugurata sabato 1 luglio alle 18 all’interno dell’Oratorio di San Michele in Cioncio (Via De´ Rossi 26) con la presentazione del curatore Gianluca Cioni, ed alla presenza dell’artista…l’ingresso è libero.

Nell’esposizione Mauro Vaccai racconta la deriva dell´uomo, da un passato di armonia con la natura ad un presente e un futuro di astrazione da essa, che conduce ad un´aridità e sterilità interiori.

Mauro Vaccai nasce nel 1954 a Piteccio, frazione del Comune di Pistoia, dove attualmente vive e lavora. Dopo aver conseguito il diploma di geometra, decide di dedicarsi alla scultura. Dopo gli inizi a Piteccio, con l´esecuzione degli affreschi (1992-93) e delle stazioni della Via Crucis in marmo (2003) per la pieve di Santa Maria Assunta, e della scultura dei Sette vizi capitali (1998), ha realizzato sculture che oggi trovano posto a Nonantola (Ingranaggi di luce, 2010), Napoli (Deposizione di Cristo, 2010), New York (San Martino, 2002) e Parigi (Unione, 2003). Ha partecipato a mostre tenutesi a Miami, in Austria e in Cina e alcune opere sono custodite nella cappella del Ministero della Marina (Santa Barbara, 2012) e nel porto di Lampedusa (Speranza e carità, 2016).

La mostra, a ingresso libero, è aperta dal 1 luglio al 30 agosto nei giorni di martedì  e  mercoledì dalle 9 alle12.30, giovedì e venerdì dalle 16 alle19.30 e sabato e domenica dalle 9 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.30.
pt2017
Fonte notizia sito Comune di Pistoia
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

1 Response to “Pistoia: Una mostra dello scultore pistoiese Mauro Vaccai in San Michele in Cioncio”

  1. Simone Carlo Rapini Pensionato e a tempo avanzato Scrittore scrive:

    Pistoia li 12/08/2017
    Caro Amico Mauro: siamo rimasti di stucco! Non sappiamo cosa dirti su quanto abbiamo vissuto, io e mia moglie nel visitare la tua grande mostra di Pistoia, in via dei Rossi,25. Sappiamo però con certezza quanto abbiamo capito. Quanto le tue opere ci hanno fatto intuire, per questo non smetteremmo mai di osservare e scrutare quanto esse esprimono. Si intuisce con abbondanza tutta l’altezza, la grandezza e la profondità dei pensieri e simboli espressi nelle magnifiche opere esposte. Riflessioni, pensieri e simboli così profondi che solo uomini pieni di umana umiltà, buoni e bravi come te sanno esprimere. Si! Bisogna proprio essere bravi per riuscirci così bene. Sono ormai quasi otto anni che ci conosciamo, ti confidiamo che abbiamo conosciuto un altro Mauro dopo aver visitando i tuoi lavori esposti. Con le tue riflessioni incise e riflesse sui tuoi lavori che poco riflettono in noi uomini comuni che viviamo in questa malsana società. A noi hanno fatto riflettere tanto. Ti ringraziamo infinitamente. Sai: anche a ottanta anni si puo crescere quando si incontrano autori e amanti dell’arte così all’altezza. Con tanta sincera amicizia ti salutimo. Simone Carlo Rapini e sposa, Iva Spampani.

Rispondi