“Pistoia: Il cantiere di restauro della Chiesa di San Leone ad Aprile sarà aperto al pubblico”

Nella Pistoia proclamata dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo “Capitale italiana della Cultura 2017” è iniziato a febbraio il restauro delle decorazioni pittoriche della chiesa di San Leone, attualmente chiusa al pubblico. Da luglio a dicembre, inoltre, la chiesa ospiterà il gruppo scultoreo della Visitazione, opera di Luca della Robbia.

I lavori di restauro in corso sono diretti dai tecnici della Soprintendenza e della Diocesi di Pistoia, che hanno definito in collaborazione il progetto di intervento e di allestimento della mostra. I lavori sono finanziati dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia e da Conad del Tirreno in collaborazione con la Diocesi di Pistoia e la Chiesa cattedrale di San Zeno.

La chiesa di San Leone – già Chiesa dello Spirito Santo, di proprietà della Chiesa cattedrale di Pistoia – risale al sec. XIV ma deve il suo aspetto attuale agli interventi realizzati nel sec. XVII e soprattutto nel secolo successivo, che l’hanno trasformata in uno degli edifici più importanti del Settecento pistoiese. Pareti, soffitto e catino absidale sono rivestiti di una decorazione pittorica a cui si sono succeduti i più importanti protagonisti della cultura figurativa del Settecento, quali Vincenzo Meucci e Giuseppe Del Moro al quale subentrò Mauro Tesi che decorò la parte centrale della volta.

E’ un patrimonio artistico su cui il tempo ha lasciato un pesante segno e che ha richiesto un intervento di restauro e conservazione che ne impedisse il progressivo degrado, oltre a promuoverne la conoscenza e la valorizzazione. L’intervento dovrà essere completato con il recupero complessivo dell’interno (stucchi, altari, infissi, cantoria…), restituendo alla fruizione un monumento importante del patrimonio artistico pistoiese.

Il cantiere di restauro sarà aperto al pubblico ad aprile, in modo che i visitatori possano ammirare da vicino l’intervento di restauro in corso e le pitture settecentesche già riportate al loro originale cromatismo.

Al termine dei lavori, da luglio a dicembre la restaurata chiesa di San Leone ospiterà il gruppo scultoreo della Visitazione, opera di Luca della Robbia, uno dei protagonisti dell’arte del ‘400 e colui che per primo applicò alla scultura in terracotta la luminosa invetriatura dando inizio a una produzione che ebbe enorme fortuna e che dal nome dei Della Robbia prese il nome.

La Visitazione, eseguita intorno al 1445 per l’altare della Confraternita di Sant’Elisabetta nell’antica chiesa di San Giovanni Fuorcivitas, raffigura l’incontro affettuoso tra la Vergine Maria e la cugina Elisabetta e rappresenta una delle massime espressioni artistiche della scultura rinascimentale e della città di Pistoia.

La collocazione temporanea in San Leone dopo il recente restauro della scultura, di rientro dalle mostre al Museum of fine arts di Boston e alla National Gallery di Washington, ne valorizzerà la bellezza rendendola fruibile ai visitatori che si recheranno in città per le iniziative in programma in occasione di “Pistoia Capitale italiana della Cultura 2017”.

Leone

Fonte notizia sito Comune di Pistoia

Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi