“Pistoia e la Giornata della Memoria: Una mostra sulla Deportazione allestita in un vagone merci in piazza San Francesco”

A Pistoia in occasione della Giornata della Memoria sono in programma diverse iniziative tra mostre, testimonianze e presentazione di libri con l´obiettivo di coinvolgere – in particolare –  l’incontro con le giovani generazioni.

In dettaglio il calendario degli appuntamenti che fanno parte del programma di Pistoia Capitale Italiana della Cultura.

Venerdì 27 gennaio, Giorno della Memoria, alle 12 in piazza San Francesco sarà inaugurata la mostra In viaggio. La deportazione nei lager” allestita in un carro merci degli anni Quaranta appartenente al deposito rotabili della Fondazione FS con pannelli di fotografie che ricordano i viaggi della deportazione verso i campi di sterminio nazisti. Ogni pannello contiene un brano tratto da testimonianze di ebrei italiani e di altre nazionalità imprigionati nei campi e scampati al genocidio. Le voci narranti sono quelle di Isacco Mario Baruch, Sultana Razon, Ana Novac, Alberto Sed, Ruth Kluger, Frida Misul, Liliana Segre, Clara Kramer. Il tema di quest´anno per ricordare la Shoah è infatti il viaggio in vagoni merci verso i campi di sterminio. Proprio durante lo spostamento in treno delle persone avveniva, infatti, la prima forma di sterminio dei più deboli –  anziani, malati e bambini – costretti a viaggiare in condizioni disumane senza cibo né acqua per giorni. “Il viaggio verso il lager – scrive M. Sarfatti nel libro ´Gli ebrei nell’Italia fascista. Vicende, identità persecuzione´ – è l’inizio della cosiddetta “persecuzione delle vite” ovvero l’assassinio fisico organizzato dopo la “persecuzione dei diritti” ovvero quella giuridica e quindi economica e sociale”.
All’ inaugurazione interverranno ilsindacoSamuele Bertinelli, il presidente dell’ Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Pistoia Roberto Barontinie Daniele Coen della Comunità Ebraica di Firenze.
La mostra, a cura dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Pistoia e della Comunità ebraica di Firenze, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, rimarrà aperta fino al 3 febbraio dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.
La mostra è stata allestita grazie al contributo della Regione Toscana, Comunità Ebraica di Firenze, Comitato unitario per la difesa delle istituzioni repubblicane del Comune di Pistoia (Cudir), Istituto storico della Resistenza, Fondazione Caripit e Coop culture.
Alle 13 sul Parterre di piazza San Francesco sarà deposto un mazzo di fiori alla lapide che ricorda le vittime dell’Omocausto.
Sempre venerdì 27 gennaio, alle ore 17 nell’auditorium della biblioteca San Giorgio,  si svolgerà una lettura scenica dal titolo “Sono il n. A5384 di Auschwitz Birkenau” a cura di Chiara Cecchi tratta da  “Il fumo di Birkenau” di Liana Millu e da “Care ragazze, cari ragazzi. Da una superstite del lager di Auschwitz Birkenau lettere ai nuovi testimoni” (ISRpt 2015) di Liana Millu e a cura di Mauro Matteucci. A leggere i brani durante l´incontro saranno gli attori del Gad Giovani Città di Pistoia. L’iniziativa è in collaborazione con gli Amici della San Giorgio.
Alle 21, nella Sala Maggiore del Palazzo comunale, si terrà il concerto per la Memoria a cura del Coro Città di Pistoia; dirige il maestro Gianfranco Tolve. La serata è in collaborazione con la Fondazione Tesi Group.
Sabato 28 gennaio alle 9.30 alla Fondazione Marino Marini sono in programma, poesie, pensieri, musiche e dialoghi contro la paura e la discriminazione dal titolo “Liberi dalla paura – Noi e gli altri. Diversi ma uguali”. La musica sarà eseguita da Pardo Fornaciari, le letture sono affidate agli  alunni delle scuole primarie di San Felice e Galileo Galilei. L’iniziativa è a cura di Legambiente Pistoia.
Ancora sabato 28 gennaio alle 12 nelle Sale Affrescate di Palazzo Comunale sarà inaugurata la mostra “1938-1945 La persecuzione degli ebrei in Italia-Documenti per una storia”.
La rassegna resterà aperta fino all’11 febbraio con orario dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.
Domenica 29 gennaio l’orario verrà ampliato dalle 7 alle 20. Nel corso della mostra sarà proiettato  il documentario “Vita activa: the spirit of Hannah Arendt 2015” della regista Ada Ushpiz.
Alle 17 si terrà una conversazione sul tema “Famiglie ebraiche toscane nel ‘900” con Catia Sonetti, direttrice dell’Istituto storico della Resistenza di Livorno, e Stefano Bartolini dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Pistoia.
Domenica 29 gennaio dalle 7 alle 17 “Dall’alba al tramonto”, staffetta di voci per la lettura del volume di Primo Levi Se questo è un uomo. Coloro che desiderano partecipare possono comunicarlo a Pistoia Informa (Piazza del Duomo 1, tel. 800-012146) per definire modi e tempi di presenza. Alle 17.30 si svolgerà “Meditate che questo è stato”, testimonianza nel ricordo di Piero dello Strologo, presidente del Centro Primo Levi di Genova, che cura entrambe le iniziative. A introdurre l´evento sarà Tina Nuti, assessore alle politiche sociale del Comune di Pistoia.
Lunedì 30 gennaio alle 9, nella Sala Maggiore del Palazzo comunale si terrà il convegnoDentro il cono d’ombra. Storia e memoria della Shoah”. Saranno presenti il presidente del consiglio regionale toscano Eugenio Giani, Roberto Barontini presidente dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea; Daniela Belliti vicesindaco e Angelo Ciuni prefetto di Pistoia.
Sara Valentina Di Palma, del museo ebraico di Firenze, introdurrà e coordinerà la sessione della mattina. Sono previsti interventi di Michele Sarfatti del Centro di documentazione ebraica contemporanea; Giovanni Contini dell’associazione italiana di storia orale; Guri Schwarz dell’università di Pisa. A introdurre e coordinare la sessione pomeridiana sarà Stefano Bartolini, dell’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea.
Gli interventi in programma sono di Enrico Acciai dell’università di Leeds, Marta Baiardi dell’Associazione nazionale ex deportati e  Matteo Stefanori dell’università della Tuscia – Viterbo.
Fino al 12 marzo al Museo Marino Marini sarà possibile visitare la mostra fotografica di Alessandra Repossi dal titolo Un solo grande silenzio. La Shoah. Emblema di ogni affronto alla vita.
Resterà aperta da martedì a sabato dalle 10 alle 17; domenica e festivi dalle 14.30 alle 19.30.
Tutte le iniziative sono a ingresso libero. Per informazioni è possibile rivolgersi ai numeri: 0573 371690, 371608, 371238.
invito_27_fronte
Fonte notizia sito Comune di Pistoia
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...