“Pistoia: Creato un sistema di accoglienza per fronteggiare il disagio sociale abitativo e l’emergenza freddo”

Si rinnova la collaborazione tra Comune e associazioni di volontariato per fronteggiare l´emergenza freddo e dare, quindi, riparo alle persone senza fissa dimora quando il termometro si avvicina allo zero. Trentasette i posti messi a disposizione per fronteggiare il disagio sociale abitativo in inverno, grazie ad un finanziamento del Ministero dell’Interno con fondi Unrra – united nations relief and rehabilitation administration – finalizzati a fornire servizi di accoglienza abitativa, assistenza ai senza fissa dimora e distribuzione di alimenti.

L’attivazione di un sistema territoriale articolato e integrato, capace di far fronte alla marginalità sociale più evidente nel periodo invernale, è stata raggiunta grazie alla partnership tra Comune, Caritas e Coeso. L´Amministrazione e Caritas hanno recentemente rinnovato un protocollo di intesa nella logica della sussidiarietà orizzontale; Coeso è il consorzio selezionato con procedura ad evidenza pubblica per la gestione dell´Albergo popolare.

Il progetto Unrra, co-finanziato per metà dai partner del terzo settore, ha avuto inizio il primo luglio scorso con attività preparatorie e istruttorie. Prevede il potenziamento del servizio di accoglienza notturna e di somministrazione di alimenti per i senza fissa dimora grazie all’articolazione di tre attività: accoglienza notturna, aumento dei posti mensa e creazione dello Sportello marginalità. Aspetto innovativo del progetto è, quindi, dalla circolarità delle informazioni sui soggetti in stato di bisogno, veicolati dallo sportello gestito da Caritas in via San Pietro 36 nel quale è presente anche il personale del servizio politiche sociali.

Per quanto riguarda l’accoglienza notturna, fino al 30 aprile il progetto utilizzerà due strutture: un appartamento in corso Amendola e una porzione del convento Santissima Annunziata in piazza dei Servi 4, mettendo a disposizione 25 posti ai quali si aggiungono i 12 posti dell´Albergo popolare per un totale di 37. I periodi di accoglienza sono stati differenziati in base alla situazione climatica. Dal primo ottobre al 30 novembre è in corso un’ospitalità notturna di breve periodo, quindi 7 giorni non rinnovabili. Dal primo dicembre al 30 aprile, la permanenza sarà estesa ad un massimo di 30 giorni rinnovabili dietro esame di una commissione appositamente costituita. La permanenza nelle 3 strutture richiede il rispetto di essenziali norme di convivenza riportate in un disciplinare condiviso fra i tre soggetti.

La mensa a disposizione è quella di Don Siro Butelli in via San Pietro 36 nella quale, grazie ai fondi stanziati dal Ministero, sono stati aggiunti ulteriori 25 posti a quelli già disponibili, per un totale di 50 posti giornalieri.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il servizio politiche sociali del Comune ai numeri 0573 371413, 0573 371484, 346 1405873, PistoiaInforma al numero verde 800 012146 oppure l´ente attuatore al numero 331 5811743.

avviso

Fonte notizia sito Comune di Pistoia

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi