“LetterAppenninica..5-6-7 Agosto..Rassegna sulle terre alte”

I prossimi 5,6,7 Agosto, partono i 25 appuntamenti sulle montagne fra Pistoia e Lucca, Bologna e Modena…LetterAppenninica, questo il titolo…3 giorni, 7 Comuni, per una rassegna basata su 5 versanti in uno scenario comunque montano: la narrativa di crinale, gli altri stili, la cultura del cibo, il giallo-noir, la storia.

Questi i numeri di “LetterAppenninica”, rassegna culturale ideata dallo scrittore pistoiese Federico Pagliai con l’ambizione – spiega – “di elevare a metodo l’antica saggezza del cosiddetto passo del montanaro: camminare in modo lento e senza strappi, consapevoli delle difficoltà incontrate ma anche della voglia di salire, e sempre con l’umiltà necessaria a non fare mai il passo più lungo della gamba”…Metafora, quella dei piccoli passi, che bene si presta a una edizione dedicata proprio al “valore del cammino”.

La novità di quest’anno è lo “sconfinamento” in terra emiliana: ai consueti 5 comuni della Montagna Pistoiese (Abetone e Cutigliano, San Marcello e Piteglio, Sambuca) e al comune di Bagni di Lucca, con la “misteriosa” frazione di Vico Pancellorum, quest’anno si è aggiunto Fiumalbo: il primo comune in terra emiliana dopo il passo dell’Abetone, scendendo verso Modena.

Saranno queste le comunità nelle quali dal pomeriggio di venerdì 5 agosto alla serata di domenica 7 si alterneranno – in piazze e palazzi, prati e boschi, aie e circoli, foreste e scuole – incontri con autori comunque collegati dall’aver scritto sulle “terre alte”.

Fra il primo appuntamento in scaletta (una conversazione all’Abetone sui colori delle case di montagna) e l’ultimo (un incontro con uno scrittore noir in una Fiumalbo vestita di giallo), LetterAppenninica 2016 punta sull’alternanza fra personaggi e personalità capaci di offrire suggestioni intriganti al racconto sulle terre alte: fra questi lo scrittore Mauro Corona, il manager Pierluigi Celli, l’enogastronomo Leonardo Romanelli, il giornalista Beppe Rovera, l’attrice Arianna Porcelli Safonov, i giornalisti-scrittori Davide Sapienza e Angelo Ferracuti, il politico Eugenio Giani.

Si parlerà di necci con ricotta (una eccellenza per il cibo montanino di quassù) e della “musica” prodotta dalla neve, del rapporto fra le montagne di Francesco Ferrucci e la Firenze di ieri e di oggi, del cammino verso Santiago e della Barbiana di don Lorenzo Milani, del pedalare sui monti ma anche delle pedalate di Gino Bartali, dei vecchi postini di un tempo lontano e dei gruppi che ancora riescono a “suonarsele” in ottavina, di carbonai e poeti…

Il programma è interamente consultabile alla pagina Fb di LetterAppenninica.

letterappenninica

Fonte notizia diretta sito letterAppenninica 2016

Questa voce è stata pubblicata in Montagna Pistoiese, Prima pagina e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi