“Pistoia…Giovedì 17 marzo alle 16.00 nella sala Gatteschi della biblioteca Forteguerriana, si parla di Madonne miracolose”

Giovedì 17 marzo alle ore 16 nella Sala Gatteschi della Biblioteca Forteguerriana la professoressa Maria Valbonesi parlerà di Pistoia sotto un aspetto relativamente inedito, quello delle sue “Madonne miracolose”.

Si tratta di un fenomeno i cui effetti sono sotto gli occhi di tutti in numerose forme devozionali e artistiche, ma che resta problematico e discusso nelle sue cause soprannaturali.
Se è impossibile prescindere da quest’ultime, risulta assai più facile e sicuro fermarsi sull’osservazione diretta dei suoi effetti: i maestosi altari eretti da una plurisecolare devozione pubblica e privata intorno alle immagini della Madonna delle Porrine e della Madonna del Rastrello e soprattutto gli splendidi santuari della Madonna dell’Umiltà e di Santa Maria della Grazie e quello, architettonicamente più modesto, di Valdibrana.
Opere spesso di alta qualità artistica, con le quali il popolo e le autorità civili hanno voluto manifestare la riconoscenza per i miracoli ricevuti  e l’attesa di quelli sperati.
Negli ultimi decenni questo slancio di fede sembra essersi concentrato soprattutto sul santuario di Valdibrana, dove specialmente nel mese di maggio l’afflusso dei pellegrini e degli ammalati è notevole.
La conversazione sarà seguita da una visita guidata al dipinto della Madonna delle Porrine nella Cattedrale di San Zeno.
Maria Valbonesi (in foto) è nata e vive a Pistoia…Laureata in filosofia, insegnante di italiano e storia, da molti anni collabora con giornali e riviste. Ha pubblicato numerosi saggi di letteratura, arte e storia locale.
Sulle immagini “miracolose” della Madonna a Pistoia Maria Valbonesi ha già pubblicato due lavori: “La Madonnadi Valdibrana” (2004)  e “Madonne miracolose nel cuore di Pistoia” (2014).
L’incontro fa parte del ciclo “La Forteguerrianaracconta Pistoia”…Il programma completo delle conferenze è consultabile sul sito web della Biblioteca Forteguerriana
mariavalbonesi
Fonte notizia sito Comune di Pistoia
Questa voce è stata pubblicata in Pistoia, Prima pagina e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi